Domani, 19 Aprile 2018, al via la presentazione della Quarta Edizione di “Trasformatorio”, il laboratorio internazionale di arti performative, sperimentali e site specific,  che, dal 2012, ha scelto come sua location ogni volta un borgo storico siciliano, luoghi speciali per storia, posizione e bellezze artistiche e naturali. Uno spazio di incontro e studio cosmopolita per l’arte, con l’obiettivo di inventare e narrare un futuro sostenibile.

Quest’anno arriva a Giampilieri Superiore (Messina – Sicilia), “invadendo” l’antico borgo, nella memoria della sua gente e dei messinesi ancora segnato dai postumi dell’alluvione che, insieme ad altri comuni limitrofi, l’ha visto travolto anni fa.

In questa quarta edizione, Trasformatorio coinvolge trentasei artisti provenienti da tutto il mondo (circa quindici paesi); diciassette partners e si struttura in dodici giorni di lavoro sul territorio.

Ideato da Federico Bonelli e coordinato da Giuseppe Morgana dell’associazione culturale Siddharte (creata dallo stesso consulente artistico Morgana e dall’artista Emanuela Ravidà, entrambi siciliani) e Dyne.org con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Giampilieri, in collaborazione con circa diciassette associazioni culturali. Quest’anno, da Messina, anche le new entries del fisico Paolo Bonelli (zio di Federico) con un workshop di “Coscienza Ambientale” e dell’associazione culturale LALLERU (www.lalleru.it) ideata e fondata dallo storico e critico d’arte Mosè Previti che quest’anno prende lui stesso attivamente parte al “Trasformatorio”.

Il laboratorio artistico-creativo di Giampilieri si ispira, sin dalla sua origine, all’arte di strada ed alle sue molteplici espressioni. Interessato alle più varie attività di ricerca creativa, al libero confronto di idee, toccando varie discipline, creando e favorendo una rete di artisti e ricercatori (artisti “visuali”, artisti “elettronici”, performers, scrittori, musicisti, attori, professionisti di Settore…) – attivi tra la Sicilia ed il mondo – al fine di una produzione di nuovi tipi di spettacolo multimediale, totale, inclusivo e partecipativo.

La partecipazione agli eventi performativi è aperta, gratuitamente, a tutti.

Di seguito, si riporta la locandina dell’evento con i nomi di tutti gli artisti protagonisti e pure con tutte le date degli appuntamenti. Inoltre, qualche fotografia delle prime “esplorazioni” nel paese di Giampilieri da parte di alcuni degli artisti coinvolti a cui l’Organizzazione offre vitto ed alloggio.

P.s. per le fotografie si ringrazia Trasformatorio.